mercoledì 18 aprile 2012

Uno spazio tutto per sè

Mi è venuto in mente solo ieri, fotografando la mia scrivania 
(per la preparazione della gallery del mese): 
non ho ancora dedicato un post agli spazi da lavoro.
In realtà la mia attenzione è rivolta alle scrivanie o scrittoi, 
anche se quest'ultimo termine suona un po' antico), 
occupati ora dai pc o da cosmetici e accessori, come la mia.
è un peccato che si sia perso l'uso della carta e della penna,
il momento romantico della scrittura.

Nell'ozio, nei sogni, la verità sommersa viene qualche volta a galla: scrive Virginia Woolf nel suo illuminante Una stanza tutta per sè.
Spazi per scrivere, fantasticare, creare, studiare, meditare o perdersi nell'infinito orizzonte.






Mi fermo qui, la lista sarebbe troppo lunga...
Ci saranno occasioni per aggiornarla.

Nessun commento:

Posta un commento